Criminalmente…criminale presenta: il recidivismo

La sesta puntata di CriminalMente…criminale è dedicata al recidivismo, tema di grande spessore e importanza per la politica penale.

Si è deciso di porre l’attenzione sul recidivismo dal punto di vista delle discipline di interesse degli autori, quindi criminologia e dottrina penalistica.

Per cominciare è stata fornita una definizione generale:con recidivismo si intende la ricaduta in patterns criminali dopo aver subito precedenti condanne passate in giudicato, quindi quando c’è una sentenza definitiva.

Dopodiché si è passati alla definizione fornita proprio dal codice penale italiano, in particolare dall’articolo 99 c.p. il quale disciplina la recidiva.

Art. 99 c. p.: “Chi, dopo essere stato condannato per un delitto non colposo, ne commette un altro, può essere sottoposto ad un aumento di un terzo della pena da infliggere per il nuovo delitto non colposo.

La pena può essere aumentata fino alla metà:

  • se il nuovo delitto non colposo è della stessa indole;
  • se il nuovo delitto non colposo è stato commesso nei cinque anni dalla condanna precedente;
  • se il nuovo delitto non colposo è stato commesso durante o dopo l’esecuzione della pena, ovvero durante il tempo in cui il condannato si sottrae volontariamente all’esecuzione della pena.

Qualora concorrano più circostanze fra quelle indicate al secondo comma, l’aumento di pena è della metà.
Se il recidivo commette un altro delitto non colposo, l’aumento della pena, nel caso di cui al primo comma, è della metà e, nei casi previsti dal secondo comma, è di due terzi […]”.

Infine la prospettiva criminologica lo definisce come l’espressione del persistere nel tempo di motivazioni, stili di vita, aspetti di personalità, condizioni ambientali per i quali un individuo tende a perseverare nella condotta delittuosa.

Dopo aver fornito una panoramica di quello che è il recidivismo si è passati a vedere quali sono le tipologie e gli strumenti valutativi, in particolare ci si è soffermati sul Risk Matrix 2000, un test che cerca di valutare la possibilità che un aggressore possa compiere nuovamente lo stesso reato.

Per concludere questa prima parte di puntata è stata introdotta una novità, ovvero gli speakers termineranno con delle considerazioni personali su questo tema molto interessante.

Le canzoni di questa settimana sono tre grandi successi del Britpop relativi all’anno 1998: A Little Soul dei Pulp, AllAround The World degli Oasis e Little Hide degli SnowPatrol.

Fatti della settimana

Questa settimana ci siamo occupati del terribile omicidio avvenuto a Bari dove Rosa Maria Radicci, una pensionata di 71 anni, è stata trovata morta incappucciata con un sacchetto di plastica legato al collo con del nastro adesivo. In un primo momento si era pensato ad una rapina finita in tragedia, ma la polizia non hanno rilevato alcun elemento mancante dalla casa della donna, perciò la pista è stata abbandonata. Mancava il dato dell’autopsia che è emerso nelle ultime ore, e ha fornito un’indicazione importante riguardo alla dinamica dell’omicidio. Rosa Maria Radicci è stata prima soffocata dall’assassino che con le mani le ha tappato bocca e naso, poi è stata strangolata a mani nude e, infine, incappucciata con un sacchetto di plastica assicurato al collo con del nastro adesivo. Ancora non ci sono iscritti nel registro degli indagati, e le indagini della squadra mobile della polizia sono rivolte verso ignoti. Continueremo durante la settimana a tenervi informati sulla vicenda.

Agenda settimanale

Mercoledì 24 novembre al palazzo della regione Piemonte in Via Alfieri 15, nella sala Viglione, ci sarà l’incontro dal titolo “io ti amo…da morire”, ovvero la presentazione del progetto di formazione per riconoscere preventivamente gli atteggiamenti pericolosi di un potenziale partner. Interverranno: avvocati, psicoterapeuti, formatori, tutor e il presidente dell’associazione “il cerchio degli uomini”. A moderare l’assessore alle pari opportunità, diritti civili e immigrazione Monica Cerutti.

Allegati:

Link alla puntata:

Che ne pensi di questo articolo?

Potrebbero anche interessarti:

Criminalmente

Da un’idea di Roberto Molino e Francesca Guidi nasce CriminalMente, il podcast italiano che parla di Criminologia Clinica e Psicologia Forense. Con sede a Torino, CriminalMente si pone l’obiettivo di informare gli appassionati di criminologia e psicologia attraverso la teoria criminologica e forense e i racconti dei più famosi killer, ladri, delinquenti e criminali italiani e mondiali.