E se fossimo tutti un po’ omosessuali?

Le etichette sessuali sono spesso limitative: una ricerca mette in evidenza la complessità della tematica.
Come reagisci alla visione di un corpo nudo?
Che tu sia etero, omo o bisessuale la risposta a questa domanda sembra non essere così scontata.

 

Sei una donna etero? Forse no.

 

L’orientamento sessuale delle donne è tipicamente più sfumato rispetto a quello degli uomini; ciononostante, arrivare a supporre che quasi tutte le donne possano essere in parte omosessuali è certamente un’affermazione forte. Lo studio condotto dall’università dell’Essex sostiene proprio questa tesi (G. Rieger, 2015).

 

Sottoposte a un video, il 74% delle donne dichiaratamente eterosessuali mostra, in realtà, una risposta fisiologica di eccitamento per entrambi i sessi.

 

Ma non finisce qui, Gerulf Rieger, il dottore responsabile dello studio, ha dichiarato:

 

“abbiamo dimostrato che ciò che realmente le stimolava di più a livello sessuale [donne] era vedere video che avevano per protagoniste altre donne”.

 

L’atteggiamento delle donne verso la sessualità sarebbe più variabile di quello degli uomini, una considerazione che, in parte, rispecchia quello che anche altri studi hanno trovato, e che rinforza l’idea secondo cui la sessualità maschile è molto più fisica, mentre quella delle donne sarebbe più “mentale” e influenzata da fattori sociali e culturali.

E se fossimo tutti un po’ omosessuali 2

Donne omosessuali come gli uomini etero?

 

Gli uomini eterosessuali sono attratti esclusivamente da corpi femminili; certamente, i vincoli sociali sono forti e potrebbero avere una forte influenza, ma, anche in questo caso, i risultati della ricerca sorprendono.

 

Per quanto riguarda le donne dichiaratamente omosessuali, infatti, i dati smentiscono indirettamente l’influenza socio-culturale nelle risposte degli uomini. Quest’ultime provano eccitamento osservando corpi femminili e non mostrano nessun apprezzamento per i corpi maschili.

 

Le donne omosessuali si comportano, quindi, come gli uomini eterosessuali, nonostante i vincoli sociali siano diversi. Le cause, probabilmente, vanno cercate nei fattori genetici e nelle variazioni di tipo ormonale.

 

le donne omosessuali presentano molti tratti in comune con gli uomini etero, in quanto, proprio come quest’ultimi, rispondono a stimoli provenienti solo dalle donne”. Gerulf Rieger.

 

Sorge spontanea una domanda: l’eccitamento è l’unica variabile da tenere in considerazione parlando di orientamento sessuale?

 

Una donna fortemente omosessuale è più mascolina?

 

Nuovamente, la ricerca mette in luce la complessità della questione. La mascolinità delle donne, infatti, non risulta collegata in nessun modo all’eccitazione.

 

“[Questo studio] ci mostra che il modo in cui le donne appaiono in pubblico non deve farci credere di conoscere le loro preferenze sessuali. Gli uomini sono semplici, ma la risposta sessuale delle donne resta un mistero”. Gerulf Rieger.

 

E gli uomini omosessuali?

 

Le ricerche che hanno cercato di replicare lo stesso esperimento sugli uomini omosessuali hanno ottenuto risultati contrastanti, pertanto, ad oggi, non ci sono evidenze sufficienti per avallare alcuna ipotesi.

 

In conclusione

 

La sessualità è molto più varia e sfumata di quanto ci si possa aspettare. Se, da una parte, la tentazione del riduzionismo è sempre dietro l’angolo, ricerche come queste, al di là dei risultati che potranno più o meno essere confermati, obbligano a riflettere sulla complessità del tema.

 

Adriano Cacciola

 

Bibliografia:

  • Rieger, G., Cash, B. M., Merrill, S. M., Jones-Rounds J. (2015). Sexual arousal: the correspondence of eyes and genitals. Biological Psychology, 104, 56-64.
  • Rieger, G., Savin-Williams R. C., (2012). The eyes have it: sex and sexual orientation differences in pupil dilation patterns. PLoS One, 7, e40256.

Che ne pensi di questo articolo?

Potrebbero anche interessarti:

Adriano Cacciola

Adriano Cacciola

Studente di neuroscienze all'università degli studi di Torino, da sempre affascinato dai correlati biologici della psiche. Aspirante psicoterapeuta e formatore. Insieme alla psicobiologia, automotive e tecnologia sono le mie più grandi passioni. Ultimamente mi sto avvicinando al mondo del graphic design.